L’Arte Terapia del colore si basa sul servizio che il colore  rende al nostro benessere psicofisico. L’arte terapia si fonda su degli strumenti semplici e potenti per risvegliare le forze della trasformazione. Guariamo ogni volta che compiamo un passo verso la libertà dai limiti che ci affliggono, siano essi fisici o dell’anima.

Se vogliamo stare bene ci serve un mezzo che “salti via” la mente razionale con la sua minuziosa organizzazione logica e che ci porti a contattare quelle regioni dove le memorie dell’infanzia e i condizionamenti sociali ci ispirano azioni/reazioni che ci fanno stare male. Lì si trova il centro del nostro potere di cambiamento.
Partiamo dal concetto che tutti noi vogliamo essere felici, ma che non ci è facile conquistare la serenità e la gioia in modo stabile e duraturo.
Ci sono molti modi di contattare la parte felice di noi: essa è la nostra parte creativa, la parte innocente e libera dai condizionamenti. Dipingendo noi riusciamo a stabilire un legame antico e profondo con questa parte, perchè il colore ci appartiene, vibra con la nostra anima.

Il colore non è una semplice vibrazione. Il colore è un’Entità Spirituale. L’acquerello vive nella luce e nell’acqua, uno elemento di “soglia” tra il mondo terreno e il Mondo Invisibile e l’altro elemento principale della vita. Entrambi sono in noi, attraverso i nostri scambi e processi metabolici. Il colore quindi penetra negli strati più profondi del nostro corpo fino a raggiungere le regioni più profonde della nostra personalità e da lì stimolare i processi di ben-essere essenziali.

Attraverso la pittura con l’acquerello si lavora nella nostra parte ritmica, nel polo mediano dell’essere umano, sede dell’organo più misterioso e meraviglioso: il cuore.
Dipingendo passiamo per il cuore, entriamo in contatto con le nostre sfere più profonde e risaniamo sentimenti distruttivi come l’ansia, la paura, la rabbia, o condizioni fortemente debilitanti come depressione o insonnia, che a lungo andare ci possono portare alla malattia fisica.